I 5 lavori che nessuno vuole fare in Svizzera

Quali saranno i lavori che nessuno vuole fare in Svizzera? Potrebbe essere una professione per cui tu invece sei altamente qualificato?

Chissà, magari potrebbe essere la tua occasione per trasferirti in uno dei ricchi cantoni o semplicemente per riuscire a lavorare da frontaliere, con tutti i vantaggi dei loro altissimi stipendi…

Quali sono i lavori che nessuno vuole fare in Svizzera?

L’organizzazione del sistema svizzero è completamente diversa dalla nostra. Il lavoro, qualunque tipo di lavoro, viene assegnato prima ai cittadini svizzeri e solo al termine delle liste di attesa si aggiungono gli stranieri.

Questo non per razzismo o eccessivo nazionalismo ma proprio per il meccanismo stesso del lavoro svizzero dove un datore di lavoro prima di poter impiegare un non residente deve dimostrare che il lavoro per cui sta cercando dipendenti NON PUÒ in nessun modo essere svolto da uno svizzero.

Paradossalmente, sarebbe più facile essere assunti da un’azienda svizzera portando le proprie competenze esclusive come professionisti altamente specializzati piuttosto che essere assunti per impieghi generici.

Ma è anche vero che sulle zone di confine della Svizzera italiana ci sono numerosi impieghi che, un po’ per “convenienza” e un po’ per “abitudine” vengono assegnati a lavoratori frontalieri (quasi sempre italiani) e che ci sono tante posizioni aperte dove il numero dei lavoratori svizzeri semplicemente non è sufficiente.

Oggi esploreremo proprio questi profili professionali!

Ecco la lista dei lavori che nessuno vuole fare in Svizzera:

1. Muratore

Muratore

4.500 – 5.500 CHF / 4.100 – 5.000 Euro al mese

Fra i lavori che gli svizzeri non amano fare o per cui c’è davvero poca manodopera troviamo in primis il muratore.

Come vedremo spesso nei lavori di questa classifica, la motivazione principale è che ai datori di lavoro conviene di più assumere frontalieri in quanto vengono pagati meno (seppure le cifre a fine mese sono 3 volte quelle di uno stipendio italiano).

Secondo il contratto nazionale mantello per l’edilizia in Svizzera, infatti, un muratore qualificato deve essere retribuito con 5.500 Franchi al mese mentre per i lavoratori senza specializzazione saranno corrisposti 4.500 Franchi, comprese 5 settimane di ferie all’anno per 13 mensilità e turni di 40 ore a settimana.

In Italia un muratore percepisce uno stipendio medio di 1.200 Euro al mese, senza contare i contratti che ahimé troppo spesso sono in nero.


2. Operatore Socio Sanitario o OSS

Operatore-Socio-Sanitario

3.500 – 4.500 CHF / 3.200 – 4.100 Euro al mese

La Svizzera è famosa per le sue cliniche private ma ha anche un eccellente sistema medico-sanitario e tutte le figure ospedaliere sono fra i profili più ricercati sull’intero territorio nazionale.

Se stai pensando a come lavorare in Svizzera e sei un/una OSS, forse è il tuo giorno fortunato!

Sì, perché a differenza di numerosi altri impieghi, riuscire a farsi assumere come Operatore Socio Sanitario o OSS in una struttura ospedaliera della Svizzera è più che fattibile. La priorità sarà sempre data ai lavoratori svizzeri ma con così tanta penuria di profili adeguati, gli ospedali arrivano presto in fondo alle liste chiamando lavoratori stranieri.

Un OSS in Svizzera ha la qualifica di “assistente di cura” che equivale a un ASA con qualche mansione in più, tuttavia gli stipendi svizzeri mostrano un netto divario da quelli italiani dove la media è di 1.200 – 1.500 euro al mese.


3. Cameriere

Cameriere

3.500 – 4.900 CHF / 3.200 – 4.470 Euro al mese

Secondo il contratto collettivo nazionale di lavoro per il settore alberghiero e ristorazione, un cameriere svizzero formato (e quindi che ha concluso il corso di formazione specifico indispensabile per essere assunto a fare un certo tipo di lavoro, in questo caso specifico per cameriere) deve percepire come minimo 3.800 CHF per un turno a tempo pieno.

Oggi in moltissimi bar, ristoranti e alberghi di confine questi lavori vengono rifiutati dagli aspiranti camerieri svizzeri, sai perché? Perché gli vengono offerti molti meno soldi, in media 1.000 CHF in meno, e uno svizzero si rifiuta di aver studiato ed essersi preparato per accettare tariffe “da fame”.

Va detto che 2.800 CHF in Svizzera sono davvero pochi per potersi mantenere, la vita qui è estremamente costosa, adeguata agli alti stipendi che vengono percepiti. Ma non sono stipendi da fame per gli eserciti di lavoratori frontalieri che abitano in Italia e raggiungono il luogo di lavoro ogni giorno superando la frontiera, per poi fare ritorno a casa con in tasca assegni da più di 2.000 Euro al mese.

Niente a che vedere con lo stipendio medio italiano di un cameriere, spesso in nero e sfruttato all’osso. 


4. Operaio

Operaio

4.500 – 5.800 CHF / 4.100 – 5.300 Euro al mese

A seconda del tipo di operaio e della specializzazione, lavorare in fabbrica in Svizzera ovviamente rende tantissimo e lo stipendio a fine mese non si avvicina neanche lontanamente ai numeri a cui siamo abituati.

Molti datori di lavoro delle fabbriche di confine lamentano la poca voglia dei connazionali svizzeri di fare turni di notte e lavori fisici faticosi, ma è evidente che anche in questo caso la mancanza di assunzioni di operai svizzeri è frutto della combo “il frontaliere mi conviene di più” e “non ci sono più abbastanza candidati per coprire tutte le posizioni”.

Un frontaliere con permesso G (vale a dire un cittadino straniero che vuole lavorare in Svizzera senza trasferire la sua residenza) percepisce 1.500 franchi in meno rispetto al salario medio lordo standardizzato di uno svizzero – un bel risparmio per chi ha un’azienda e necessita di tanti operai.


5. Falegname

Falegname

3.600 – 5.500 CHF / 3.300 – 5.000 Euro al mese

Secondo il contratto nazionale del lavoro un falegname in Svizzera percepisce fra i 20,35 CHF e i 30,35 CHF all’ora, vale a dire fra i 3.600 e i 5.500 Franchi al mese.

Come molti altri tipi di lavoro manuali, la richiesta è alta ma sono pochi i candidati locali dato che sempre più giovani scelgono percorsi di studi diversi e più improntati a professioni “meno fisiche”, accade qui come in quasi qualsiasi altro paese del mondo.

Il falegname infatti è presente anche nella classifica dei lavori più pagati in Svizzera, una possibilità di carriera florida sia come dipendente che (ma solo nel caso di un residente con tutti i documenti in regola per il lavoro autonomo in Svizzera) come libero professionista.

Le offerte di lavoro a Lugano e in altre città di confine per questo artigiano sono davvero tantissime, il che significa ottime prospettive d’assunzione per chi arriva da fuori. 

Che ne dici, hai trovato un lavoro che ti permetterà di vivere in Svizzera? Il mondo del lavoro locale non è fra i più aperti verso gli stranieri ma trovare lavoro in Svizzera può essere fattibile come frontaliere, e come vedi esistono diversi lavori ben pagati che i locali non possono o non vogliono fare!